Edizione sfogliabile

Sfoglia l'ultima edizione del Montefeltro on-line

MONTEFELTRO_5_2019-thumbnail

Contemplazione, Cultura, Carità

Fedeltà alla vocazione cristiana. I cattolici sono sotto gli occhi di tutti. Capita di chiedersi: che ne pensa la gente di noi? Simile indagine fu innescata da Gesù a proposito della sua persona. A dire il vero non fece molto conto delle opinioni ondulatorie della gente. Altro il suo obiettivo: «Ma voi chi dite che io sia?». A chi ci guarda rispondiamo riconoscendo le nostre fragilità e incoerenze, ma siamo in grado di riferire punti forti della nostra identità-responsabilità: contemplazione, cultura, carità. Le tre “C”! Noi preghiamo. Siamo contemplativi non perché ne parliamo, ma perché la contemplazione fa parte del nostro modo di essere. È vita della nostra vita. Contemplazione è prendere coscienza della originale dipendenza da Dio. Non semplice dipendenza nell’atto in cui ci ha creati, ma dipendenza totale e continua. «In ogni istante, ogni gesto della nostra esistenza ha nel mistero dell’Essere la sua totale origine» (don Giussani). La società di oggi ci appare schiacciata sull’immanenza, su ciò che è materiale: è come vivessimo in un grande deserto spirituale, eppure – i cristiani lo credono fermamente – è stato irrigato, e lo è oggi come lo sarà domani. C’è un’acqua, sgorgata da un Cuore trafitto, che lo irrora e fa sbocciare nuove primavere. È un assioma dell’identità cristiana. «Ciò che rende bello il deserto, è che da qualche parte nasconde un pozzo» (Antoine de Saint Exupéry). Celebre il racconto di un beduino del deserto. Andava lontano ad attingere acqua. Chilometri a piedi, sotto il sole… Non lo videro...

Leggi tutto

Per abbonarsi al Montefeltro si segnalano le modalità seguenti:

Conto corrente postale 8485882

Bonifico bancario
IBAN IT 66 A076 0113 2000 0000 8485 882
intestato a Diocesi di San Marino-Montefeltro

Abbonamento annuale € 30
Abbonamento annuale amicizia € 50

Lascia un commento