Non siamo in liquidazione

Verso l’Assemblea diocesana di verifica. Immagina un ragazzo che sogna di fare teatro… Ma alla grande. Studia. Si prepara. Frequenta l’accademia. È apprezzato. Ha l’incoraggiamento dei maestri. Cova un desiderio: recitare il monologo di “Amleto” di Shakespeare. Prima di lui ci hanno provato in tanti. Ce la farà il nostro giovane amico a raggiungere l’obiettivo della sua vita? Riuscirà a prestare la voce e a mettere a disposizione di Shakespeare la sua gestualità? Ce la farà ad impegnare il cuore in quel monologo? Il traguardo si avvicina: viene scelto tra tanti aspiranti concorrenti. L’impresario lo convoca e gli affida quella parte. Finalmente! Immagina l’entusiasmo, anzi la gioia di calcare la scena nei panni di Amleto. Via alla preparazione prossima: trucco, costume, prova della voce, momento di meditazione… È ora. Si alza il sipario: in sala c’è soltanto un gruppo di anziane signore con il cappellino. Delusione totale! Balbetta. Recita, ma senza cuore. Cala il sipario su una deludente e delusa performance. È una metafora, d’accordo, ma assomiglia a tanti di noi presunti evangelizzatori. Abbiamo l’annuncio più bello, più decisivo, più nuovo, ma la scarsità, la freddezza, l’indifferenza degli interlocutori tolgono voce ed entusiasmo. Insinuo: davvero quell’annuncio ha rapito il cuore nonostante tutto? L’innamorato di Shakespeare – leggi l’innamorato del Vangelo – sa che vale la pena annunciarlo senza reticenze? Il suo valore non viene dalla platea. I tempi non sono facili, ma quando mai lo sono stati? Chiese che si svuotano; calo di vocazioni; controtestimonianze clamorose del clero; disorientamento in...

Leggi tutto

Non siamo in liquidazione

Verso l’Assemblea diocesana di verifica. Immagina un ragazzo che sogna di fare teatro... Ma alla grande. Studia. Si prepara. Frequenta[...]

Contemplazione, Cultura, Carità (Maggio 2019)

Fedeltà alla vocazione cristiana. I cattolici sono sotto gli occhi di tutti. Capita di chiedersi: che ne pensa la gente[...]

“Vive Cristo, esperanza nuestra” (Aprile 2019)

Con Papa Francesco per una Chiesa “giovane dentro”. Ce la stiamo mettendo tutta perché la nostra non sia una Chiesa[...]

Un fiume e i suoi ruscelli (Marzo 2019)

Riscoperta della fecondità del Battesimo. Il Vescovo, come di consuetudine, scrive una Lettera in vista della Pasqua. È indirizzata a[...]

Costruire Comunità attorno alla fede pasquale (Febbraio 2019)

Prime note della “Sinfonia del nuovo Mondo”. Nella cattedrale splende una luce accecante: è la notte di Pasqua. Ti avvolge[...]

La più urgente delle opere (Gennaio 2019)

La consapevolezza che rende forte l’appartenenza ecclesiale. Sull’onda della meditazione ignaziana introduco nella preghiera, insieme alle preoccupazioni, alle ansie, agli[...]

Natale "di Risurrezione" (Dicembre 2018)

La Diocesi – nella sua componente più consapevole – è alle prese con l’annuncio fondamentale della fede cristiana: «Gesù è[...]

Osare la gioia (Novembre 2018)

Echi della prima parte del programma pastorale. «Fervet opus!». Con queste due parole il poeta Virgilio fotografa la vita e il[...]

Costruire comunità attorno alla fede pasquale (Ottobre 2018)

Mi succede di ripetere di frequente e con entusiasmo, per iscritto o con parole, il sogno che porto in cuore;[...]

Noi siamo di quelli che il “rientro” entusiasma (Settembre 2018)

Mettere desiderio nei giorni. Si rientra: a settembre tutto ricomincia. Anche il gommista sotto casa aveva detto: «A dopo le[...]

Aprire orizzonti interiori (Luglio-Agosto 2018)

Dopo un prolungato indugio, anche quest’anno il solleone stravince. Siamo nel cuore dell’estate. Il mio pensiero e il mio saluto[...]

Quei duecento che non parlano di sé, ma di lui...(Giugno 2018)

Riflessioni in margine all’assemblea pastorale di fine anno. Si sono appena spente le luci sull’assemblea diocesana di fine anno pastorale.[...]