“Salvare il Natale”

Celebrare la Natività nei giorni di pandemia Si aspetta Natale: un segno rosso sull’agenda dell’amministratore e nel calendario di casa, uno spartiacque nella storia e una festa condivisa da tanti. Guardo con infinita tenerezza la fanciulla di Nazaret, Maria, una mamma coraggio. Contemplo il frutto del suo grembo e lo adoro Figlio di Dio. “Salvare il Natale”: parola d’ordine in questi giorni… C’è chi dà all’affermazione un significato commerciale (panettone e dintorni), chi un valore affettivo tradizionale (riti familiari). E c’è chi saluta in quel Neonato ogni bambino che apre gli occhi su questo mondo e lo trova pure bello: c’è la sua mamma, il suo tutto! Con queste suggestioni le nostre comunità celebrano, all’inizio di ogni Avvento, la vita nascente con una veglia di riflessione e di preghiera. Alla futura mamma si indirizza questo messaggio: «Pensiamo con affetto a Maria, la mamma di Gesù. Con lo stesso incanto siamo sintonizzati col batticuore di ogni mamma in dolce attesa. Ti siamo grati per il tuo coraggio e la tua generosità e per quella di ogni neomamma, speranza in un mondo ferito. La tua decisione è gioia per tutti!». “Salvare il Natale” è appello che scende ad altre profondità. Per quel po’ di teologia che ho macinato negli anni austeri dello studio teologico, ho appreso con quanta passione la Chiesa ha tenuto la barra dritta in difesa della verità dell’Incarnazione tra opposte derive (tutte razionalmente plausibili): davvero un Dio si fa uomo! Egli entra nella storia senza alcuna deroga e immunità....

Leggi tutto

Il buio arretra quando arriva la luce

Pasqua 2021 È notte. Nicodemo – secondo il racconto dell’evangelista Giovanni – va furtivamente ad incontrare Gesù. È evidente: il buio[...]

Vele spiegate al soffio dello Spirito

Pensieri di inizio primavera, quando dischiudono le gemme e vien voglia di uscire e progettare... A che punto siamo del[...]

«Peggio di questa crisi c’è solo il dramma di sprecarla»

Vivere e non subire questo tempo Ci siamo speditamente inoltrati nel nuovo anno. È ormai ora di voltare pagina sul calendario[...]

Da una vita evangelica parole nuove

24 gennaio 2021: Domenica della Parola Anche la Chiesa è stata colta di sorpresa. Lì per lì la pandemia ha prodotto[...]

“Salvare il Natale”

Celebrare la Natività nei giorni di pandemia Si aspetta Natale: un segno rosso sull’agenda dell’amministratore e nel calendario di casa, uno[...]

Ci viene tolto molto, ma non tutto: l’essenziale è intatto

Chi può prevedere quanto accadrà? Come arriveremo a Natale? Mentre scrivo suona l’allarme per il ritorno dell’epidemia. Alla tv continuano[...]

Maestri, perché sempre discepoli

Riflessioni in margine alla “Tre Giorni”del Clero Si è appena conclusa la “Tre giorni” di studio, fraternità e convivialità dei nostri[...]

Si riparte!

Essere speranza in un mondo ferito «Sarà mai come prima?». È una domanda che ci rende pensosi con l’epidemia che ha[...]

«Così io mando voi...»

Tutti discepoli in missione «Alle prime luci dell’alba...»: l’invito è di restare con mente, cuore e volontà nell’avvenimento pasquale. Ne abbiamo[...]

Osare la speranza

FASE 2: Tempo di ascolto, di condivisione e di proposte educative Sono pienamente d’accordo. La fase 2 è più rischiosa della[...]

«Polvere e cenere» ma amati perdutamente da Dio

Papa Francesco avanza solo. Silenzio. In quella piazza milioni e milioni di persone attonite: non le vedi, ma le percepisci.[...]

L’aurora pasquale e le nuove sfide

Fenomeni emergenti: la frontiera della missione oggi in terra di Montefeltro. «Molte sono le idee nella mente dell’uomo, ma solo[...]