Edizione sfogliabile

Sfoglia l'ultima edizione del Montefeltro on-line

MONTEFELTRO_12_2018-thumbnail

Costruire comunità attorno alla fede pasquale (Ottobre 2018)

Mi succede di ripetere di frequente e con entusiasmo, per iscritto o con parole, il sogno che porto in cuore; un sogno che può realizzarsi nella preghiera. Eccolo: vorrei salissimo insieme al sepolcro, dove era deposto Gesù, per rivivere lo stupore e la gioia delle donne e dei primi discepoli e per sentir risuonare, come la prima volta, l’annuncio: «Gesù è risorto. Non è qui. È vivo!». Vorrei stringere forte la mano di chi è in cammino ma esita perché si trova in un momento di buio, di chi non ha speranza ed in cuor suo ha già detto «basta!», di chi sulla soglia del sepolcro ha già dovuto affacciarsi e vi ritorna piangendo. Ma, proprio lì, il dono inatteso. Dall’oscurità alla luce: «Io sono con voi – dice il Risorto – tutti i giorni» (Mt 28,20). Ci fu un andirivieni mattutino attorno al luogo dove era stato deposto Gesù. Lì sono riprese vita, speranza, relazioni nuove. È stata ribaltata la grossa pietra, impossibile da rimuovere da mani e braccia deboli e cadenti. Nell’oscurità – tale era la condizione delle donne e dei discepoli in quel primo giorno della settimana – è cominciata a brillare la luce. Il prodigio che ogni mattino si rinnova è appena una metafora della vittoria della risurrezione. Nei racconti pasquali, secondo quanto riferiscono i Vangeli, ritorna più volte il verbo “correre”: corrono Pietro e Giovanni, corrono le donne, corrono i discepoli di Emmaus. Ma c’è anche chi è perplesso, dubita, si interroga. È davvero grande...

Leggi tutto

Per abbonarsi al Montefeltro si segnalano le modalità seguenti:

Conto corrente postale 8485882

Bonifico bancario
IBAN IT 66 A076 0113 2000 0000 8485 882
intestato a Diocesi di San Marino-Montefeltro

Abbonamento annuale € 30
Abbonamento annuale amicizia € 50

Lascia un commento